PENSIERI CALVI

sabato 29 luglio 2017

Senza Titolo

Acre. Solitudine. Senza meta. Senza aspirazioni. Senza volontà.
Volto ingenuo. Fragilità senza orizzonte. Tramonto spoglio. Cielo povero.
Il mio corpo. Non avrà fine. Nelle mie cellule. Nessun futuro.
Donne e uomini danzanti. Senza prospettiva. Senza decisione. Scevri.
Bevo acqua sporca. Come se non ci fosse fondo. Come se non ci fosse alba.
Ogni possibilità mi inquieta.
Le sfumature delle onde sono lontane. Perse nel vuoto del tutto. Diluite nella vita.
Nulla è cambiato. Tutto resta fermo nel divenire del niente.
Oltre la pelle della speranza. Volti inutili. Corpi insensati. Sorrisi indegni.
Dimentica il passato. Sputa sul presente.
Nella soluzione peggiore. In questo istante. Qualcosa. Probabilmente. E' cambiato.
Addio.


posted by Franz at 18:27 0 reazioni cutanee

martedì 9 agosto 2016

Oltre Il Mare

Terrore scollegato e irrazionale tra gli invecchiamenti cellulari.
Volto di madre e stanchezza d'ossa. Perdita di controllo. Illusioni di labbra. Sorrisi di equilibrio.
Labbra rosse. Volto fiacco. Velocità cardiaca. Progetti vuoti. Ansia del tutto.
Corpo immobile sulla schiuma. Sorrisi facili. Distruzione di partenze. Crollo onirico.
Nessun mare perdonerà il peccato mortale di un inverno. Nessuna piazza sarà tanto muta da custodirmi. Nessun cartello ricorderà la fragilità del mio nome.
Terrore di spazio e tempo. Alba senza speranza. Lucentezza opaca di occhi. Peso incessante di ricordi friabili.
Dolcezza di madre. Sconforto paterno. Fratello sconvolto. Nave piccola. Spiaggia irraggiungibile. Speranza vana. 
Nuvole amaranto. Pioggia incessante. Precipitante di rabbia. Treni in partenza su binari vuoti.
Cosa accadrà. Quando la rassegnazione fotterà le mie paure. Quando nessuna lacrima riuscirà a spegnere i sorrisi autentici di chi mi ha amato. Almeno una volta. Davvero.

posted by Franz at 09:38 0 reazioni cutanee

mercoledì 17 giugno 2015

Madreperla

Sotto la gonna del niente. La vita.
Pura gioia. Nel riscoprirmi lucidamente in fine. Abbagliato dalla fuga puttana. Ammorbidito dallo stagno del condizionale. Anestetizzato. Sedato. Leso. Intorpidito e soffocato. Da scatole di radici che m'impreziosiscono il collo.

posted by Franz at 01:40 1 reazioni cutanee

domenica 25 gennaio 2015

Warning

Vuoto d'aria. Spazio profondo. Distanza. Desolazione. Caduta.
Un esercito di battiti alla deriva. Sulla strada bagnata. Porta di accesso alla fuga disperata. Verso orizzonti senza vita. Oltre il mare dell'esistenza. Nei sogni trapassati. Dentro ogni centimetro di pelle.
Code di lacrime. Si rincorrono tra le ombre delle nuvole. E poi precipitano. Per tornare ad essere ghiaccio d'intenti. Fango di promesse.  Pozzanghere di possibilità.
Mi allontano dall'esserci. Intenzionalmente. Come un treno verso un muro di cemento armato. Come un tornado senza case da sollevare. Come un'onda senza scoglio dove approdare.
Mi allontano dalle labbra. Mi perdo nei vuoti. Nell'universo in espansione. Come una cometa vagabonda. Come un pagliaccio senza tenda.
Mi allontano dalla realtà. Realmente. Nuovamente. Per ritrovarmi nel ribrezzo di un'altra bugia. Nel grigio piombo di un sogno acre. Al centro degli occhi di chi mi sta lasciando scivolare.
Ancora una volta. Per sempre.

posted by Franz at 12:52 0 reazioni cutanee

domenica 11 gennaio 2015

Senza Titolo

Infinita caduta di carta straccia. Ammoniaca e fondo. Lacerazioni e tremori. Sorrisi malati.
Fossa senza fine. Partenze e vomito. Argini tumefatti. Cuori in frantumi. Lacrime aspre.
Immense distese di cannibali. Funamboli armati. Assassini contenti. Fiori sfaldati in pozzanghere di niente.
Ricordo lo stomaco. Carezzo il torace di un ratto. Svengo dal dolore. Mi rialzo distante. Dimentico ogni nome. Dimentico ogni cosa. Raggiungo le mie paure. Sotto la sabbia. Soffocando. Sopra di esse.
Non c'è luogo. Non c'è distanza. Non c'è calore che tenga.
Solo pensieri senza nome. Solo il rigurgito di un succo di limone. 
posted by Franz at 15:08 0 reazioni cutanee

domenica 26 ottobre 2014

Perdonami

Per ciò che sono. Per la mia mente ubriaca di nulla. Per le mie ossessioni orticanti. Per il mio essere altrove.
Per ciò che sono. Per la mia anima evaporata. Per la mia essenza mortificata. Per il mio viso sfregiato. Per la mia mente contorta.
Per ciò che sono. Per la mia ricerca del niente. Per i miei battiti sfalsati. Per i miei occhi asciutti. Per le mie mani bagnate di lacrime.
Per ciò che sono. Per tutto ciò che faccio. Per tutto quello che dico. Per ogni nostra briciola dimenticata. Per tutti i miei silenzi ingiustificati.
Per ciò che sono. Per i miei quaderni imbrattati. Per le mie foto sbiadite. Per le mie lettere conservate. Per il mio corpo assente. Per il presente distratto.
Per tutto ciò che sono. Amore mio. Perdonami.

posted by Franz at 21:33 2 reazioni cutanee

domenica 28 settembre 2014

Artificiale

Caduta libera di spine e neve. Sulla coda della domenica. Sul trambusto delle ossa.  Tra le funi dorate della schiena. Negli anfratti più intimi dell'anima.
Caduta libera di aghi infetti. Come ricordo di una parentesi breve. Che mi allontana dalla schiuma del mare calmo. E mi riporta alla ceramica degli oceani in tempesta. 
Una creatura di plastica immobile. Un'anima ansimante di pace chimica. Un serpente affamato e morente. Un'immagine dolcissima dei miei ritratti d'inganno.
Mi ritrovo solo. Spezzato dal peso della fame invernale. Picchiato dal gelo infame dell'incertezza. Malnutrito dai nostri perché. Calato in basso nella polvere dei mie abissi più lontani.
La mia essenza svanisce. E lentamente si addormenta. Incoscientemente. Inesistente. Artificialmente.

posted by Franz at 19:11 0 reazioni cutanee

domenica 4 maggio 2014

Senza Titolo

Vento gelido. Spina nel fianco. Soffocamento. Vuoti d'aria.
Non c'è giorno e non c'è notte. Cuscini in fiamme. Lenzuola disfatte. Caffè raffermo. Lacrime dall'altra parte dell'universo.
Alba terribile. Auto cigolante. Polvere ovunque. Madre preoccupata. Fegato silente. Padre muto.
Una musica devastante dal basso. Parole e spinte terribili dall'anima. Cani randagi. Bava corrosiva. Ricordi indelebili di gioia.
Spazi immensi. Proiettili in pioggia. Fulmini e labbra. Gola profonda. Precipizio senza fine. Corda sottile.
Sulla strada. Passante Lupo. Occhi infernali. Presenze anziane. Cumuli di terra. Casse di legno. Riposo di rame. Metri di terra.
All'orizzonte. Un mare senza senso. Una barca senza senso. Uno stormo senza senso. Un tramonto senza senso.
Un corpo. Alla deriva. Sorridente. Con il cuore in mano. Inzuppato e ricoperto di sabbia e carbone.
posted by Franz at 10:17 0 reazioni cutanee